2 weeks ago
280 👀

CORONAVIRUS: la fine della "civiltà"?



#coronavirus in Italia #crimini contro l'umanità #Coronavirus #Original soundtrack Mariangela Ungaro #Music
#coronavirus #covid19 #VirusItalia #progettovirus #Italia #Umanità #coronastronzi #neworderworld.
ORIGINAL SOUNDTRACK: Mariangela Ungaro
Un video sulla situazione del virus in Italia e nel mondo.
Riflessioni sulla società, tra verità, profezie, falsità, sarcasmo e distruzione.
Special guest: Gregorio Napoli

#Musica per il coronavirus #progetto virus per un nuovo ordine mondiale #riflessioni sulla società

STARDUST ARTISTIC STUDIOS photo 1 CORONAVIRUS: la fine della STARDUST ARTISTIC STUDIOS photo 2 CORONAVIRUS: la fine della STARDUST ARTISTIC STUDIOS photo 3 CORONAVIRUS: la fine della STARDUST ARTISTIC STUDIOS photo 4 CORONAVIRUS: la fine della

Da Marco Baliani

Quello che sta accadendo in questi giorni è una pallida copia di quello che succederà quando il clima andrà fuori controllo. È come se stessimo facendo le prove generali, quando le mascherine, non queste, ma quelle che prontamente l’industria produrrà come nuova merce griffata indispensabile, le dovremo portare non contro un invisibile virus, ma contro la stessa aria che respireremo. Come da tempo, d’altra parte, sta già accadendo a Pechino, Seul o Città del Messico, posti dove la pollution è già avanzata e pare inarrestabile. In questi giorni la produzione di merci è rallentata, la distribuzione pure, i consumi ancora di più. Se gli allarmi e le paranoie dovessero crescere e diffondersi i supermercati sarebbero vuoti, assaliti da bande di cittadini angosciati (in parte anche questo è già avvenuto), i posti di lavoro crollerebbero, e ogni città paese quartiere casa diverrebbe un presidio contro il nemico, che non essendo identificabile può divenire chiunque basta che gli sciacalli di turno additino l’untore su cui riversare le proprie fobie. In questi giorni la produzione di CO2 nell’atmosfera si è ridotta drasticamente, meno voli inutili, meno corse, meno di tutto, un generale rallentamento.
Il rapporto tra emissioni nocive e produzione di merci evidenzia un fatto inequivocabile:
se davvero vogliamo salvare il pianeta occorre che questo sistema crolli, non ci sono vie di mezzo. Che la scienza e la tecnica risolveranno i disastri del sistema capitalistico- consumistico è solo una pia illusione, l’impero del profitto non cambierà cavallo in corsa se non quando sarà sicuro che la green economy diverrà foriera di alti profitti e se e quando questo avverrà, sarà troppo tardi. Già questa parola, green economy, è un controsenso, come se il sistema economico che finora ha agito potesse davvero mutare pelle, no, è uno slogan buono per le industrie estrattive, per tutto il sistema che vive e fa profitti sui combustibili fossili per far credere che stiano cambiando il modo di produrre mentre in realtà continuano a investire ancora in carbone e petrolio e metano.
È che nessuno, davvero nessuno vuole tentare di immaginare quello che succederà se il ritmo di crescita dovesse continuare a progredire, consumando ancora di più le fette dell’unica torta che abbiamo in comune, il pianeta. Nessuno vuole immaginarlo perché si dovrebbe correre ai ripari in modo drastico, veloce, quello che appunto, in piccolo, sta accadendo per questa diffusione del coronavirus.
Quelli che credono che la terra sia un immenso organismo vivente, possono pensare che madre terra abbia deciso di dare un avvertimento, facendo veicolare un minuscolo esserino a dimostrare la totale fragilità del mondo contemporaneo.
Ma anche questa è una favola dietrologica che non serve a nulla. Gli unici che possono fare qualcosa per sovvertire l’ordine delle cose sono gli stessi responsabili di quello che sta accadendo: noi, l’homo sapiens. Ma non lo stiamo facendo, stiamo solo parlando e spaventandoci delle nostre stesse parole. Occorre agire, e le azioni non posso essere demandate allo stesso sistema che ha generato questo stato di cose. Forse bisogna aspettare che l’inquietudine cresca insieme alla consapevolezza, ma è già tardi e nessuno nel ricco occidente è disposto a immaginare un prossimo futuro di rinuncia ai privilegi e alle comodità di cui adesso usufruisce.

by STARDUST ARTISTIC STUDIOS 1 month ago


Che può fare un musicista? Niente.
Ho onorato la mia promessa ad un amico compositore: musica a terrazza, A-B-A' con intermezzo sarcastico e finale devastante. Special guest, Gregorio Napoli.

Uno scambio goliardico di musiche e di idee tra amici musicisti.
Non si capisce se la questione sia grave o meno, in Italia chi ci capisce è bravo. Ma andava affrontata seriamente. Forse se in Cina avessero avuto i nostri Medici si sarebbero salvate molte più vite umane.
Che vogliano metterci in ginocchio?
Sì. Esattamente.
Un musicista non può fare niente ma riflette e chiede. Temo che il virus sia in realtà stato un modo devastante per umiliare il nostro Paese, ha diviso i suoi stessi fratelli - che già vivevano da separati in casa - e ha fatto in modo che gli Italiani venissero rifiutati ovunque. La vendetta degli invidiosi.
La mia speranza è che si possa trarre una lezione importante da tutto questo.
Grazie a tutti.
La compositrice del brano musicale.

by STARDUST ARTISTIC STUDIOS 1 month ago

'
Ho fatto un video - che nessuno guarderà ovviamente, come al solito si tratta di mie esigenze personali - intitolato "Lettera di un umano normale al Coronavirus" in risposta al video virale in cui il Coronavirus parla agli umani.
Se volete fare una riflessione, ci vediamo su YouTube.

I Giusti dell'umanità, quelli che sanno che fine farà questo Titanic chiamato mondo, non saranno ascoltati.
Come sempre.
Perché gli umani non vogliono vedere che cosa c'è sotto. Il nuovo ordine mondiale. Che è già in atto.
Quando non basteranno più gli arcobaleni e le canzoni, le tortine fatte in casa, le pubblicità effimere, l'oppio con cui ci hanno rincretinito a tutti i livelli, e questo falso ottimismo, sarà troppo tardi.
Si sa, le rivoluzioni vere e durature in meglio le fanno solo gli umili, quelli silenziosi...Ci mettono secoli...
Unico problema: NON C'È PIÙ TEMPO!!!!

by STARDUST ARTISTIC STUDIOS 1 week ago

Buongiorno, tutti a dire che 😕questo CORONA VIRUS,😕🤘PASSATA" LA BUFERA"....CI RENDERÀ MIGLIORI!! PIÙ 😕UMANI...
MASSA DI PAGLIACCI !!!!
IL MALE VERO ESISTE!!!SIETE VOI UMANI!!! SI VEDE QUANDO SI PRETENDE CHE TUTTI CI AMINO INCONDIZIONATAMENTE,MA 😕🤘😁🤣QUALI SONO LE CONDIZIONI E GLI OBBLIGHI PER LA QUALE DOBBIAMO AMARE CHIUNQUE A DISCAPITO NOSTRO?!
NON SI PRETENDE AMORE,SE NON A CHI TI FA CREDERE DI AMARTI ,DARLO PER SCONTATO VI CREERÀ TANTI DI QUEI PROBLEMI PSICHICI CHE MOLTI SI SUICIDERANNO!!!! I MENTECATTI😕DISCEPOLI DI JESUS 😕
PER IL RESTO IL MALE LO VEDETE VOI!!! PREPOTENTI ESALTATI MENTECATTI!!! È EGOISMO INCOERENTE!! IO AMO SOLO CHI VOGLIO AMARE E NON PRETENDO CHE LO FACCIANO,A MENO CHE ,NON SIANO STATI LORO A CONFESSARE IL MIO AMORE PER ME!!! ...MA MAI A SUO DISCAPITO🤔SE MI AMA....SE NON MI AMA ,🤔L'HO SEMPRE SAPUTO,E NON ME NE PUÒ FREGAR DI MENO!!! 🤣🤣🤣

by Mariella Colavelli 14 hours ago

Mp3 Download

Next videos

arrow_upward

Load More Similar Videos